Bookshelf | Reports | Community | KDP Select

Home » Amazon KDP Support » Italian /Italiano » Domande generale

Thread: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?


Reply to this Thread Reply to this Thread Search Forum Search Forum Back to Thread List Back to Thread List

Permlink Replies: 221 - Pages: 15 [ Previous | 1 ... 9 10 11 12 13 14 15 | Next ] - Last Post: Sep 21, 2017 8:47 AM Last Post By: elena martignon Threads: [ Previous | Next ]
Luca De Antonis

Posts: 64
Registered: 06/15/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 11, 2017 6:58 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Che bello, siamo tutti creativi!
Io mi sto organizzando per andare a presentare i miei libri nella manifestazione di Torino che si terrà il 7-8 ottobre in centro. Si chiama "Portici di carta", ed è una lunghissima bancarella situata tra Piazza San Carlo e la stazione di Porta Nuova.
Grazie per l'acquisto di Miele e Kerosene, Lavinia. E' stato il mio primo libro, la mia prima esperienza con la narrativa e noterai tutti i miei eccessi, che spero perdonerai: rileggendomi dopo qualche anno ho avuto l'impressione di aver scritto quelle cose affetto dal fuoco del reportage, dalla tensione di dover raccontare +tutto+! In seguito, credo di essermi ammorbidito (lo spero!). Ma è stato il mio primo libro e ci sono affezionato, perchè mi ha fatto esplorare un mondo del tutto nuovo nel quale pensavo di non essere in grado di avanzare alcun passo...
Naturalmente sarei contento di avere di volta in volta le vostre impressioni, perciò coraggio, spara! sono molto curioso di sapere se anche Ci siamo trovati ti ha convinto, e sono un po' intimorito da penna e bloc notes... ;-)

Ancora a proposito dell'autopromozione, voi avete mai pensato a presentare i vostri libri nelle librerie?
Elena? Rosanna?
Lavinia, pubblicando sotto pseudonimo, non credo tu l'abbia fatto.
Non voglio invadere la tua privacy, ma ti chiedo se ritieni utile continuare anche con i prossimi scritti a mantenere riservata la tua identità. te lo domando solo perchè penso che - anche continuando con l'autopubblicazione - le librerie tradizionali possano essere un discreto veicolo (locale) per la diffusione dei propri lavori.
Buon pomeriggio!
Luca
elena martignon

Posts: 92
Registered: 03/18/16
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 11, 2017 7:37 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Ciao Luca, io non penso che sia già a livello libreria... e poi non avrei idea di come fare...
un conto è venderlo a 0,99.... se spendono meno di un euro non pretendono un prodotto perfetto, penso...
elena martignon

Posts: 92
Registered: 03/18/16
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 11, 2017 12:59 PM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Comunque... tanto per informazione, se qualcun'altro vuole leggere L'ULTIMA ROSA ROSSA, è gratis per oggi e domani...
Lavinia

Posts: 58
Registered: 12/02/15
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 12:54 AM   in response to: Luca De Antonis in response to: Luca De Antonis
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Salve a tutti. Ciao, Luca. Comincio con "Ci siamo trovati", e poi rispondo alle tue domande.

Allora: "Ci siamo trovati" mi è piaciuto ancora di più di "Donne con le ali", diciamo che "Donne con le ali" mi ha aperto una porta su un mondo che (a parte i fratelli Wright) mi era del tutto sconosciuto, l'ho letto con interesse e mi è piaciuto anche il fatto che fosse un uomo a raccontare di tante donne speciali. L'ho scritto nella recensione, mi è sembrato non in ultimo anche un omaggio a un mondo femminile che in tante parti del globo non gode affatto dell'ammirazione maschile. Però "Ci siamo trovati" mi ha coinvolta di più nella lettura, ora non citerò scene e particolari e neanche autori che mi sono venuti in mente, per non rivelare troppo, ti dico però che l'inizio mi ha affascinata e che la prima sera sono rimasta a lungo a leggere...

Mi è piaciuta moltissimo la prima parte, ho davvero "visto" le montagne e le sponde del lago, sono "entrata" nelle case, insomma, la tua capacità di descrivere in modo semplice e vivo (per semplice intendo schietto, chiaro, senza fronzoli, efficace) luoghi e personaggi, qui è se possibile più grande ancora.
Se si pensa che il libro è decisamente lungo, la tua capacità di tenere l'attenzione del lettore c'è di sicuro ed è solida (la mia l'hai avuta fino alla fine). Mi sono solo chiesta (ma questa è di nuovo una mia impressione) se qua e là non ci fosse un po' "troppa carne al fuoco" (pensa che mi è venuto in mente Nanni Moretti quando, non mi ricordo più in che film, al ristorante dice al cuoco che potrebbe fidarsi di più di se stesso e che così gli basterebbero meno ingredienti nella pasta...insomma, se c’è un’”idea forte” in un romanzo, basta quella a “tenere” ).

Come ultima cosa mi sono chiesta se tra lo scrivere la prima e la seconda parte (fino alla fine della guerra / dopo) ci sia stata differenza per te... perché, se ci ripenso, per qualche motivo ho quasi l'impressione di aver letto due libri e non uno solo... Va detto che quei periodi, quelle storie, sono presenti in me anche per averne sentito narrare da genitori e nonni (con le debite differenze, data anche la geografia, come tu sai…) e quindi forse nella seconda parte si sono insinuati miei temi personali.
Ripeto: il tuo libro mi è piaciuto molto (la mia recensione era di nuovo assolutamente sincera), le osservazioni che ti ho fatto sono soggettive e le faccio perché ad altri livelli (fondamentali) non c’è proprio nulla da menzionare (diciamo che il pranzo è stato ottimo e discutiamo della panna sul dessert…), l’unica cosa che ti segnalo ancora per concludere è che nelle parole in tedesco c'è qualche imperfezione... te lo dico perché, se vuoi, ti scrivo gli aggiustamenti (e anche perché così tengo fede all’ odiosa immagine del bloc-notes e della penna ... :-) ).
Di nuovo complimenti, Luca! E poi, non comprerei un altro libro tuo se non fossi più che soddisfatta degli altri (a proposito, mi è appena arrivata la mail che è stato spedito)!

Ora le tue domande:
La questione dello pseudonimo comincia a disturbarmi effettivamente. Non che me ne penta per quanto riguarda questo libro in particolare, ma mi dispiace tutto questo mistero con voi e poi, se volessimo fare promozione insieme, dovrei ripensarci. Prendo comunque l’impegno con me stessa che la prossima cosa che scriverò, la firmerò anche con il mio nome…
Che bello il festival che si terrà a Torino! Come funziona, andrai con un editore o come autore indipendente? E poi volevo chiederti, tu fai promozione anche con una pagina dell’autore su Facebook? Io avevo iniziato a crearla, ma poi ci ho ripensato e per il momento non è visibile (non sono così amante dei “social” e la pagina non mi convinceva molto…). Elena e Rosanna, ne avete una voi per la promozione dei vostri libri?

Fammi sapere, Luca, se ho svelato troppo del libro e devo cancellare qualcosa.

Buona giornata a tutti!
Lavinia
elena martignon

Posts: 92
Registered: 03/18/16
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 1:08 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
ciao Lavinia, io non ho nessuna pagina facebook di promozione del libro. Ho una pagina personale che ho creato solo per essere amministratore della pagina della mia attività che, nella mia zona, sta facendo della promozione. Curioso qua e la e recentemente ho condiviso la pagina del mio libro in promozione gratuita (e vi confesso che un po' mi vergogno perchè temo il giudizio delle persone che conosco...), ma la vedono solo i miei amici che sono pochissimi perchè non chiedo amicizia quasi a nessuno perchè non sono neanch'io amante dei social, do l'amicizia solo quando la chiedono, così per cortesia... preferisco le amicizie dal vivo per intendersi...
anche io sarei curiosa di sapere in che modo intendete fare promozione. E soprattutto, come chiede Luca, come possiamo vedere i nostri libri nelle librerie tradizionali, se non abbiamo una casa editrice tradizionale alle spalle?
Bel dilemma.... vi lascio con questo nodo da sciogliere e buona giornata
Luca De Antonis

Posts: 64
Registered: 06/15/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 3:07 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Grazie ancora Lavinia, delle tue osservazioni e della gratificazione che mi hai dato.
Una persona che ama scrivere non credo che possa incontrare maggiore soddisfazione di questa: essere letti in modo così approfondito ed essere altrettanto profondamente capiti ed apprezzati! non ha prezzo!

E' vero, anche per me la fine della guerra ha avuto un significato letterario. E quindi un cambio di registro, un cambio di visuale. Ho cercato di immedesimarmi in chi ha vissuto nell'isolamento delle montagne quella sorta di "beata ignoranza" del resto del mondo, e poi ha dovuto compiere (neanche diciottenne) scelte fondamentali, pagandone le conseguenze. Quando questa esistenza finisce, quella nuova inizia come una sorta di rinascita, ma una rinascita inquinata dal vissuto.
Questa suddivisione era in qualche modo voluta, non so però quanto sia riuscita!

Sul tema del cambio di visuale narrativa mi piacerebbe parlarne ancora, è una cosa su cui mi sono cimentato in Sali d'argento, basato sulla vita di Tina Modotti: la sua infanzia tra Friuli e Austria, il viaggio in America, il trasferimento in Messico, tutto questo richiamava una certa evoluzione di linguaggio. Anche qui ci ho provato...

Sulla quantità di carne al fuoco mi vien da sorridere pensando che hai preso Miele e kerosene :-)

Se mi scrivessi gli aggiustamenti sulle parole in tedesco te ne sarei grato davvero!
Comunque grazie ancora per quello che mi hai scritto!

Volevo rispondere anche a Elena, parlando di promozione del libro cartaceo, di librerie, e di siti. Dovete aspettare questo pomeriggio perchè ho del lavoro in arretrato.
Buona giornata!
Luca
Lavinia

Posts: 58
Registered: 12/02/15
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 6:28 AM   in response to: Luca De Antonis in response to: Luca De Antonis
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Allora, Luca, mi sento un po' in imbarazzo come correttrice, ma comunque dò spazio alla mia pignoleria linguistica e ti segnalo le cose che modificherei:
Posizione 2874 --> invece di " arbheit", "Arbeit" (i sostantivi in tedesco sono sempre maiuscoli) ; penso che con "Neh, neh" volessi dire "Nee, nee", questa però è un'espressione tedesca (Germania) che uno svizzero difficilmente userebbe (ci sono alcune differenze fra lo svizzero tedesco e il tedesco parlato in Germania). "Nein, nein" va bene per tutti.
Invece di "Kamp", "Lager". La parola Kamp è molto rara in tedesco e significa qualcos'altro; anche se a noi italiani Lager fa pensare ai campi di sterminio è in realtà anche la parola per campi di lavoro e/o detenzione (si dice infatti Konzentrationslager, Arbeitslager ecc.)
Posizione 2898 --> invece di "Alpenjager" "Alpenjäger". Se non hai la dieresi sulla tastiera puoi optare per "Alpenjaeger", che è la stessa cosa, la dieresi infatti si usa per contrarre le due vocali, la pronuncia rimane la stessa, una "e" larga.
Be', se hai domande, scrivi!
Ciao, Lavinia
Luca De Antonis

Posts: 64
Registered: 06/15/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 7:01 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Grazie mille Lavinia, correzioni preziose e utilissime!

Vi avevo mandato un messaggio, per la verità piuttosto lungo, sulla possibilità di mandare i nostri libri cartacei ai librai ma stavolta è toccato a me: KDP me lo ha prelevato per sottoporlo al moderatore. Mi sembra di non aver scritto niente di scorretto ma... vedremo! Se me lo restituiscono ve lo reinvio, altrimenti cercherò di riscrivere i concetti più brevemente. Davvero non so cosa ci fosse che potesse dar adito a dubbi... si vedrà!
Grazie ancora
Luca
Francesca

Posts: 2
Registered: 09/12/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 4:01 PM   in response to: Denise Pellegrini in response to: Denise Pellegrini
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Per prima cosa ciao a tutte/i. Ho appena scoperto l'esistenza di questo forum, poichè sto valutando se sia il caso di autopubblicare qualcosa di quello che scrivo per la prima volta.
Ho poco tempo purtroppo, tuttavia sono riuscita a leggere l'estratto di L'eredità lerou di Elena Rinaldi.
Da lettrice accanita di romanzi, da ... praticametne tutta la vita, posso permettermi un suggerimento anche se sono l'ultima arrivata?
Mi piace il tuo stile di scrittura che sospende il tempo del romanzo tra antico e moderno, è molto precisa con tempi corretti e aggettivi scelti con cura. Non avendo ancora letto l'intero romanzo, non posso recensire la storia, che pare interessante. E questi sono tutti elementi molto positivi.
Con coraggio mi avventurerò su quelli meno positivi. Manca un pochino la tensione che cattura il lettore spingendolo a voltare pagina per averne di più. (almeno nell'ianteprima che ho potuto leggere.) E cercherei di approfondire maggiormente i personaggi, caratterizzandoli ulteriormente.
Spero di non aver urtato la tua suscettibilità, dal momento che non è assolutamente mia intenzione.
Tra l'altro puoi sempre rifarti, se ti va, dato che al momento il mio primo libro è on line su Wattpad. :D Si chiama con gli occhi del sogno.
spero di non aver violato alcuna regola, nel caso chiedo venia.
Ripasserò appena possibile.

Francesca

p.s.
E' bello leggere di persone che amano scrivere e sono interessate a condividere l'esperienza con altri. ♥♥

Edited by: Francesca on Sep 12, 2017 4:03 PM
elena martignon

Posts: 92
Registered: 03/18/16
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 12, 2017 11:31 PM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Ciao Francesca. Benvenuta
Se vuoi il mio libro L'ULTIMA ROSA ROSSA è gratis ancora per qualche ora.... scusa se approfitto....
Tu che genere scrivi?
Denise Pellegrini

Posts: 32
Registered: 01/13/14
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 13, 2017 12:27 AM   in response to: Francesca in response to: Francesca
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Ciao Francesca, volevo ringraziarti di cuore per i complimenti e soprattutto per la critica costruttiva. Il romanzo é stato scritto quasi 20 anni fa (come gli altri che ho già pubblicato su Amazon) per entrare a far parte di una collana che trattava un genere leggero senza troppe pretese. Doveva avere un tot di pagine e devo ammettere che già questo unito alla mia inesistente esperienza mi ha non solo limitato ma anche un po' messo i bastoni tra le ruote. Tu dirai: Potevi rivederlo e modificare. La risposta è che, forse a mio svantaggio, ho voluto mantenerlo così. Diciamo che è servito come pratica di crescita. Mi spiego, le critiche costruttive a questo e anche agli altri (che ripeto sono tutti degli anni novanta) mi aiutano a non commettere gli stessi errori, o perlomeno spero, con quelli che sto scrivendo adesso. Grazie ancora per l'attenzione. Buona giornata a tutti/e Denise
Luca De Antonis

Posts: 64
Registered: 06/15/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 13, 2017 2:27 AM   in response to: Luca De Antonis in response to: Luca De Antonis
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Buongiorno a tutte/tutti!
Il messaggio precedente forse era troppo lungo ed è effettivamente andato perso. cercherò di affrontare i temi più brevemente, visti anche gli ultimi messaggi cui do il mi benvenuto.
La promozione dei libri cartacei per me è stata la realtà finchè non ho scoperto con Amazon il mondo degli ebook. Per rispondere alla questione del costo, direi che i lettori apprezzano libri economici (di costo inferiore a 12-15 euro) tanto quanto i lettori di ebook apprezzano le offerte che voi conoscete meglio di me.
La difficoltà per chi si è affidato a piccole case editrici o si autopubblica è quella di contenere questi costi, a fronte della concorrenza offerta dalle majors che hanno incorporato autori, editori, distributori e librai.
Finalmente, pubblicando attraverso Amazon, è diventato possibile controllare questo processo. Tenete conto che la provvigione dei librai rappresenta circa il 30% del prezzo di copertina. Quindi per noi il rapporto diretto col libraio è possibile, avendo un codice ISBN, finchè fissiamo un prezzo del libro che consenta al libraio di avere una provvigione paragonabile, per il cliente, ai costi di spedizione.
Nella mia esperienza ho notato che le librerie indipendenti sono interessate agli autori del proprio territorio, quindi la diffusione dei libri attraverso presentazioni in libreria può essere una interessante opportunità
Ancora buona giornata!
Luca
elena martignon

Posts: 92
Registered: 03/18/16
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 13, 2017 2:52 AM   in response to: Lavinia in response to: Lavinia
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Ciao Luca, io faccio fatica a seguirti... tu dici che noi compriamo una quantità tot del nostro libro cartaceo su amazon e poi lo diamo ad una libreria indipendente che ce lo vende? Qui, dove abito, non conosco librerie indipendenti... dovrei guardare un po' su internet... tu stai facendo così?
Francesca

Posts: 2
Registered: 09/12/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 13, 2017 4:44 AM   in response to: elena martignon in response to: elena martignon
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Grazie per il benvenuto.
Sarà un piacere cercare di leggere anche il tuo libro, l'ho già aggiunto alla mia lista dei desideri.
Per quanto riguarda il mio genere di scrittura, è sicuramente rosa, anche se quello che sto scrivendo al momento ha dei risvolti gialli e forse potrei definirlo giallo-rosa. :)
Luca De Antonis

Posts: 64
Registered: 06/15/17
Re: E se cominciassimo a leggerci di più reciprocamente?
Posted: Sep 13, 2017 7:06 AM   in response to: elena martignon in response to: elena martignon
Click to report abuse...   Click to reply to this thread Reply
Ciao a tutti. Sì Elena, io ho sempre fatto così, finchè ho vissuto nel mondo dei libri cartacei :-)
I librai prendono i libri in conto vendita. Vale a dire che ritirano 10-20 copie per qualche mese dopo l'evento di presentazione del tuo libro. Ti pagano quelle vendute e si accordano per tenere le altre per un ulteriore periodo, se hanno ricevuto manifestazioni di interesse. Con Amazon c'è la possibilità che loro comprino e vendano direttamente senza bisogno della tua mediazione...
Quello che è importante è realizzare una presentazione interessante del proprio libro.
Tutto ciò lo dico per quello che può essere il vostro interesse a farvi conoscere sul vostro territorio. E' il mondo delle librerie, delle biblioteche, dei centri culturali comunali, di piccoli eventi e festival.
Le librerie indipendenti sono quelle non affiliate a grandi gruppi editoriali.
Buon pomeriggio.
Luca
Legend
Helpful Answer
Correct Answer

Point your RSS reader here for a feed of the latest messages in all forums